.

AUTOSTRADE PER L'ITALIA

.

.

AUTOSTRADA A14 BOLOGNA TARANTO - Ampliamento alla 3A corsia nel tratto compreso tra Cattolica e Porto Sant’Elpidio - MONITORAGGIO AMBIENTALE - REGIONE MARCHE

SPEA Ingegneria Europea

.

.

SPEA ingegneria europea

.

.

SPEA ingegneria europea

.

.

SPEA ingegneria europea

.

.

space

SPEA ENGINEERING spa

.

LOTTO 6A (interventi di 1a fase)
ANCONA SUD - GALLERIA CORVA

 

Descrizione dell'area di intervento

La tratta interessata dal presente progetto è compresa nelle province di, Macerata ed Fermo, all’interno delle quali l’autostrada attraversa i seguenti Comuni: (Provincia di Ancona): Camerano, Castelfidardo, Numana, Loreto, Sirolo in Provincia di Ancona; Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche in Provincia di Macerata; S. Elpidio a Mare e Porto S. Elpidio in Provincia di Fermo.
Il tracciato autostradale si snoda tra la zona prossima alla costa e le fasce pedecollinari, attraversando aree più o meno densamente antropizzate, alternate a zone ad uso agricolo. L’area è caratterizzata, oltre che da attività agricole anche di pregio, dal polo manifatturiero delle calzature (Civitanova Marche), dai poli turistici della riviera e dal porto commerciale di Ancona. L’area interessata è una lunga “striscia” di territorio che si snoda in una zona prettamente agricola. Il tracciato autostradale si sviluppa in gran parte parallelamente alla linea di costa adriatica. La morfologia del territorio interessato è collinare, con brevi tratti pianeggianti; le pianure sono di modesta entità, di natura alluvionale e coincidenti con i fondovalle del complesso reticolo idrografico della zona. L’autostrada si porta alle spalle della periferia nord del capoluogo, per poi allontanarsi maggiormente dalla costa ed aggirare il promontorio del Conero, dove è stato istituito l’omonimo Parco Naturale Regionale, adiacente alla carreggiata nord del tracciato, tra le progressive km 239+300 e 240+000, nel Comune di Numana. La pianura alluvionale, attraversata dall’infrastruttura, si riduce progressivamente verso sud, in ragione dell’estensione dei contrafforti collinari, che dalla catena appenninica si spingono quasi fino al mare. Da Porto Recanati in poi l’autostrada viene compressa in uno stretto corridoio infrastrutturale, in cui scorrono parallelamente la SS16 e la ferrovia, che si snoda nelle immediate vicinanze della costa, in prossimità dell’urbanizzazione costiera.
Caratteristico di questa zona è il regime tipicamente torrentizio dei corsi d’acqua, dovuto alla vicinanza delle sorgenti, all’elevata acclività dei versanti ed alla scarsa erodibilità del substrato, che determinano portate scarse, tanto che in estate, durante le magre, una buona parte degli alvei di quelli minori risulta praticamente secca.
Nel corridoio territoriale attraversato rientra inoltre il Parco Regionale del Conero, localizzato immediatamente a sud di Ancona, sulla costa adriatica. Il tracciato della A14 raggiunge il punto di massima vicinanza con il Parco del Conero alla progressiva 239+400, in corrispondenza della strada per Numana. La distanza che separa l’infrastruttura dal perimetro esterno del parco è di alcune centinaia di metri interessati da soprassuoli agricoli a seminativo irriguo, ovvero soprassuoli agricoli, a ridotta biodiversità e scarso valore ambientale.
Nell’ambito dell’area di interesse progettuale non si rileva la presenza di beni ambientali di particolare pregio.

 

Descrizione generale del progetto stradale
Il  lotto 6A interessa il tratto compreso  tra la stazione di  Ancona Sud  e la progressiva chilometrica 230+973 nel comune di P.to Sant’Elpidio,  lotto 6A coincide con il tratto già predisposto all'ampliamento della terza corsia autostradale e per il quale i lavori di realizzazione sono già stati avviati.

 

space

.

.

.

.

web engineering by ADD TECHNOLOGIES